Pubblicato il

Instagram: 13 strumenti essenziali per il social media marketing

 

Instagram è più che un semplice passatempo: è una potente piattaforma di marketing, utilizzabile dagli imprenditori di tutto il mondo.

Con oltre mezzo miliardo di utenti attivi al mese, Instagram offre alle aziende enormi opportunità per trovare nuovi clienti ed ottenere visibilità per i loro prodotti. Strategie come la pubblicità su Instagram o il ricorso agli influencer sono efficaci, ma, senza gli strumenti giusti, può essere difficile ottenere i risultati desiderati.

Per aiutarvi a potenziare il vostro account Instagram, abbiamo selezionato alcune applicazioni di prima qualità. Queste app daranno una marcia in più al vostro business, portando nuovi clienti al vostro business !!

Scopriamo di più.

Strumenti per scattare foto favolose

La componente fondamentale di una forte presenza su Instagram? Le immagini. Occorre caricare foto favolose sul proprio feed, che comunichino con chiarezza l’identità del brand e il valore dei prodotti. Ma, in assenza di una buona macchina fotografica o di competenze tecniche, scattare foto adeguate può sembrare un’impresa impossibile.

Anche se non siete fotografi professionisti, potete creare comunque splendidi contenuti Instagram. Basta il vostro smartphone, insieme ad alcune app essenziali:

VSCO

Prezzo: Gratis

instagram tools vsco

Image credit: VSCO

I filtri predefiniti di Instagram erano una volta la novità assoluta in fatto di fotoritocco da mobile. Poi è arrivato VSCO, affermandosi come applicazione top per realizzare bellissime foto on the go. Piattaforma di fotoritocco e social network allo stesso tempo, VSCO dovrebbe essere al centro di ogni strategia Instagram.

VSCO offre una vasta gamma di strumenti avanzati e filtri predefiniti di alta qualità, per portare le foto del vostro smartphone ad un livello superiore. È anche presente un’ampia raccolta di filtri a pagamento, che ampliano all’infinito il potenziale per personalizzare le vostre foto, differenziandole dalle altre.

VSCO è disponibile per iOS e Android.

Snapseed

Prezzo: Gratis

 

Image credit: The Next Web

Snapseed è un’altra app di fotoritocco, che offre la possibilità di perfezionare le vostre foto. Mentre i filtri predefiniti di Instagram modificano l’intera immagine, Snapseed consente di applicare gli effetti con un pennello, agendo isolatamente sui dettagli della foto.

Le “Stack” di Snapseed sono un’altra grande funzione, che consente di salvare gruppi di filtri come modello. Queste Stack potranno essere applicate a future foto, conferendo all’intero feed un aspetto omogeneo e consentendo di risparmiare tempo.

Snapseed è disponibile per iOS e Android.

Afterlight

Prezzo: €0,99+

 

Image credit: Afterlight

Afterlight è un’app di fotoritocco che vanta una serie predefinita di 74 filtri, 78 texture e 128 cornici. Fornisce una grande varietà di opzioni per mettere a punto le foto in maniera particolarmente veloce. L’applicazione include anche 15 diversi strumenti per regolare e modificare le foto fino ad arrivare al risultato desiderato.

Con il suo design elegante e lineare, Afterlight è uno strumento facile da usare, un must per rendere popolari le vostre foto Instagram.

Disponibile per iOS, Android e Windows.

Boomerang

Prezzo: Gratis

Sviluppata in house da Instagram, Boomerang è un’app per la creazione di divertenti video di 1 secondo senza audio. In sostanza, brevissimi GIF che si ripetono all’infinito. La cosa potrebbe sembrare un po’ sciocca, in un primo momento. Invece, i risultati sono divertenti e accattivanti, perfetti per incuriosire gli utenti casuali.

La parte migliore di Boomerang è che richiede poco o nessun impegno per ottenere buoni risultati. Dal momento che i video Boomerang non richiedono una trama o un dialogo, è sufficiente catturare l’atmosfera di un singolo momento e cliccare il tasto per condividere.

Volete approfondire le vostre conoscenze nel campo della fotografia? Date un’occhiata a queste risorse gratuite:

Strumenti per rendere il vostro Instagram “marketizzabile”

Probabilmente è successo anche a voi: state scorrendo Instagram, l’outfit presente in una foto vi colpisce e vorreste comprare subito quell’insieme di vestiti e accessori.

Potrebbe sembrare qualcosa di impossibile da realizzare, ma non è così. Con gli strumenti giusti, potete trasformare il vostro Instagram feed in un’esperienza completamente adatta al marketing. Potete permettere ai vostri clienti di acquistare tutti gli articoli visti in foto, aiutandoli ad avere un’idea più precisa di come i vostri prodotti si presentano nella vita reale.

Template Icon

Signore e signori, vi presentiamo Kit: il vostro assistente virtuale per soli $10 al mese.

Kit ha già aiutato migliaia di utenti Shopify con il marketing per i loro ecommerce. Kit può gestire la pubblicità via Instagram e Facebook, l’email marketing e i post social per aiutarvi ad aumentare le vendite e ampliare il vostro giro d’affari.

Se disponete di un negozio Shopify (e di un Instagram feed pieno di strabilianti foto prodotto), potete utilizzare queste pratiche applicazioni dell’App Store di Shopify per rendere il vostro Instagram “marketizzabile”:

Shoppable Instagram by Foursixty

Prezzo: a partire da €45 fino a €282 / mese

Con Foursixty, potete rendere acquistabili tutti i prodotti rappresentati nelle vostro foto Instagram:

  • i prodotti mostrati nelle foto vengono provvisti di link alle rispettive pagine prodotto
  • avete la facoltà di incorporare il vostro Instagram feed direttamente nel negozio online
  • i clienti possono anche aggiungere i prodotti al loro carrello senza dover lasciare la galleria fotografica del negozio.

Foursixty vi permette anche di integrare Instagram feed mirati per specifici prodotti all’interno delle rispettive pagine prodotto. Così, mostrerete ai clienti i vostri prodotti “in azione” e potrete offrire suggerimenti per altri acquisti correlati.

 

Image credit: ban.do

Marchi come ban.do, un rivenditore di articoli divertenti che vende di tutto, dalle custodie per iPhone all’abbigliamento -, utilizzano Foursixty per mostrare i loro prodotti attraverso scatti della vita di tutti i giorni, contenuti selezionati e foto professionali.

 

Image credit: ban.do

Quando un cliente clicca su una foto, appare l’elenco dettagliato di tutti i prodotti in essa raffigurati, insieme ai pulsanti “Aggiungi al carrello”, che consentono l’acquisto immediato.

 

Image credit: Pura Vida Bracelets

Pura Vida Bracelets è un altro esempio di negozio online che utilizza Foursixty per offrire ai clienti uno sguardo più ravvicinato ai propri prodotti. L’azienda usa foto realistiche in grado di ispirare, di dare idee ai clienti su come i braccialetti Pura Vida potrebbero adattarsi al loro guardaroba.

Like2Have.it

Prezzo: €19/mese

Like2Have.it è un grande strumento per la creazione di Instagram feed integrabili nel proprio sito e provvisti di link che guidano i clienti direttamente alle pagine prodotto.

Con Like2Have.it, potrete anche creare feed incorporabili con le foto dei vostri attuali clienti che usano i vostri prodotti. Questi feed generati dagli utenti funzionano bene sulle pagine prodotto. Attestano una sorta di “approvazione Social”, invogliando gli acquirenti all’aggiunta dei prodotti nei loro carrelli.

 

Image credit: Underables

Underables, un negozio di abbigliamento che vende pigiami e biancheria di provenienza etica, usa Like2Have.it per mostrare i propri prodotti con un feed dedicato sul proprio negozio.

 

Image credit: Underables

L’azienda ha usato Like2Have.it anche per inserirvi codici sconto esclusivi, dedicati agli acquirenti curiosi che navigavano nel loro Instagram feed.

Showcase

Prezzo: Gratis – €27,20/mese

Showcase è simile alle due applicazioni presentate sopra. Ma ciò che lo distingue è il prezzo e, più in particolare, la sua opzione gratuita.

Con la versione gratuita di Showcase, sarete in grado di incorporare un Instagram feed personalizzabile sul vostro negozio online, aiutando i clienti a prendere decisioni di acquisto più consapevoli. Tuttavia, per aggiungere collegamenti a pagine prodotto e rendere il vostro feed veramente “marketizzabile”, dovrete eseguire l’upgrade alla versione premium.

 

Image credit: KZ Gear

KZ Gear, un brand di occhiali da sole per attività outdoor, utilizza l’app Showcase per mostrare ai clienti una serie di avventurose immagini di vita all’aria aperta.

Strumenti per misurare le vostre performance

Una campagna di marketing di successo su Instagram non si esaurisce con la condivisione di una foto. Un’analisi Instagram approfondita è cruciale per ottenere il massimo dalla propria strategia di marketing aziendale. È necessario essere in grado di analizzare e perfezionare le prestazioni del proprio negozio, passo dopo passo.

Instagram ha iniziato a lanciare i propri strumenti di analisi solo di recente. In compenso però, esistono varie piattaforme esterne che semplificano la gestione delle campagne di Instagram marketing:

Sprout Social

Prezzo: €55 –€468 /mese

 

Image credit: Sprout Social

Sprout Social è una piattaforma di gestione dei social media con ampi strumenti di pianificazione e pubblicazione dei contenuti. Sprout Social offre anche approfondite analisi Instagram, dando accesso a report dettagliati sulle performance dei post più recenti.

Con l’analisi di Sprout Social, sarete in grado di monitorare il coinvolgimento e di paragonare il successo dell’account del vostro negozio con quello di altri account da voi gestiti.

Inoltre, Sprout Social offre strumenti per il monitoraggio di hashtag e commenti, aiutandovi a misurare e incrementare il coinvolgimento.

Iconosquare

Prezzo: €50+

 

Image credit: Iconosquare

Iconosquare è una piattaforma di analisi dedicata a scavare in profondità sulle prestazioni del contenuto Instagram.

Con Iconosquare, è possibile monitorare i dati di coinvolgimento come follower e like. In più, si possono ottenere statistiche specifiche sui follower, tra cui la loro posizione geografica e il loro livello di influenza sui social media. Identificando i fan più influenti, sarete in grado di scoprire nuove opportunità di influencer marketing e divulgazione.

Iconosquare vi permette anche di confrontare le vostre prestazioni con quelle dei competitor. Così, potrete farvi un’idea precisa di come siete collocati nel panorama del vostro settore.

Websta

Prezzo: Gratis

 

Image credit: Websta

Websta è uno strumento gratuito per gestire il vostro account Instagram e ottenere un’analisi facile da comprendere su coinvolgimento e crescita.

Websta aggrega anche ogni hashtag su Instagram. Questa comoda funzione consente di cercare in tutto Instagram, per individuare gli hashtag più performanti per il vostro target di riferimento. È inoltre possibile ottenere suggerimenti per hashtag correlati a quelli già utilizzati, per cercare di raggiungere sempre più utenti.

Strumenti per programmare i post

Per accrescere il proprio pubblico e fidelizzare i fan, occorre avere un account Instagram sempre fornito di nuovi contenuti. Ma, diciamocelo: aggiornare regolarmente il proprio profilo con nuove foto porta via un sacco di tempo. E il tempo è qualcosa di cui la maggior parte degli imprenditori è già a corto.

Fortunatamente, esistono fantastiche piattaforme che permettono di programmare i post in anticipo, per un profilo sempre ricco di contenuti.

Schedugram

Prezzo: A partire da €16/mese

 

Image credit: Schedugram

Schedugram è una piattaforma per la programmazione dei post su Instagram con una vasta gamma di funzioni. Tra queste, la pianificazione basata su browser, per l’esecuzione di campagne più efficaci.

Oltre la programmazione basata su browser, Schedugram offre ampie funzioni di editing fotografico. Utilizzando direttamente il suo editor o l’integrazione Canva, è possibile modificare e perfezionare le foto in modo ben più avanzato rispetto a quanto avviene con i filtri predefiniti di Instagram. Schedugram consente anche il caricamento di massa: è possibile programmare la pubblicazione di più foto alla volta, risparmiando una parte del tempo dedicato al social media marketing.

Il prezzo di Schedugram è commisurato al numero di account e follower e parte da € 18,76 al mese.

Later

Prezzo: Gratis e versione Premium a partire da €18/mese

 

Image credit: Later

Later, prima conosciuto come Latergramme, è un’intuitiva piattaforma di programmazione Instagram per mobile, tablet e browser.

Later viene fornito con un insieme diversificato di funzioni per pianificare le vostre campagne. Tra queste, la possibilità di: esplorare hashtag e condividere contenuti generati dagli utenti. Later vi permette anche di:

  • organizzare i post con un pratico calendario di contenuti
  • vedere un’anteprima dell’Instagram feed prima della pubblicazione.

Tutto questo vi faciliterà nel visualizzare con chiarezza la strategia in atto.

Hootsuite

Prezzo: Gratis 30 giorni e versione Pro a partire da €10/mese

 

Image credit: Hootsuite

HootSuite è una potente piattaforma di gestione dei social media, utilizzabile tra l’altro per programmare e pubblicare post su Instagram.

Hootsuite si è affermata come azienda per aver semplificato il marketing su piattaforme come Facebook e Twitter. Ma i suoi strumenti Instagram consentono un ulteriore passo avanti nella gestione dei social media. Hootsuite permette di pianificare i post su Instagram in anticipo grazie all’invio di notifiche push quando i contenuti sono pronti per essere pubblicati. Una volta ricevuta la notifica, potete accedere direttamente all’app per pubblicare i contenuti.

Entrate in azione

Ora che disponete degli strumenti giusti, è arrivato il momento di entrare in azione. Scattate foto incredibili, in grado di valorizzare i vostri prodotti!

Leggi anche l’ Articolo Correlato

Instagram ! Il social delle immagini !

 


Note sull’Autore

Giulia Greco è caporedattrice e responsabile dei contenuti di marketing per Shopify in Italiano. Traduttrice ed esperta di localizzazione, vive a Toronto da 15 anni e da 15 anni non beve un caffè espresso degno di questo nome.
Articolo originale di Kevin Donnelly, tradotto da Maria Teresa Cantafora.

 

Pubblicato il

Creare video online in 30 minuti: le migliori risorse gratuite

Creare video online in 30 minuti: le migliori risorse gratuite

Creare video – per pubblicizzare un brand, coinvolgere il pubblico, promuovere prodotti – richiede costi elevati, se si esige una qualità professionale.

Ma non sempre occorre essere all’altezza degli standard hollywoodiani! Talvolta è sufficiente creare video efficaci, con metodi veloci e gratuiti (o comunque abbastanza economici).

Se non avete ancora considerato l’idea di includere i video nella vostra strategia di marketing, dovreste farlo. Dopo tutto, quello del video è un formato incredibilmente versatile:

  • Potete pubblicare i video ovunque. Uno stesso video può essere proposto contemporaneamente su Facebook, Instagram, Twitter, YouTube, Tumblr, ecc. E in più, può essere incorporato nel vostro sito/blog.
  • I video sono perfetti per convogliare l’attenzione su post e annunci sui social media. Il pubblico può leggere, guardare, ascoltare: è coinvolto su più livelli, a differenza di quanto avviene per le immagini statiche. Inoltre, i video vengono riprodotti automaticamente su alcuni canali come Facebook.
  • Gli stessi videogrammi possono essere riutilizzati in più video o ricavati da materiali in formati diversi. Il contenuto dei filmati può essere tagliato, ampliato o convertito in nuovi video o GIF. Potete anche prendere infografiche, articoli, foto o altri tipi di contenuto e trasformarli in video.

E non è tutto. È previsto che, entro il 2020, la larghezza di banda impiegata per i video crescerà fino a comprendere oltre l’80% di tutto il traffico internet. Il video è dunque il formato principe per i contenuti del futuro.

La buona notizia qual è? Ebbene, anche in assenza di budget, si può trarre vantaggio dai contenuti video.

Come creare video senza ricorrere a un professionista

Creare video

È vero, creare video è più facile se si dispone di attrezzature costose e di filmati originali. Però, se ne può fare benissimo a meno.

Basta avere in mente un’idea ed aver chiaro lo scopo per cui s’intende utilizzare il video.

Dopodiché occorre:

  1. Creare una sorta di storyboard per lo svolgimento del video ed eventualmente scrivere un copione.
  2. Trovare o realizzare i filmati e l’audio da utilizzare.
  3. Elaborare e montare insieme gli elementi, con una delle molte app indicate in questo articolo, sulla base delle necessità.
  4. Assemblato il video, procedere a caricarlo come post sui social media, come annuncio pubblicitario, come video YouTube, ecc.

Dove trovare filmati e musica gratuiti

Creare video con strumenti gratuiti

Se ci pensate, creare video non richiede necessariamente una videocamera.

Si possono elaborare foto esistenti. E poi, si può attingere a siti con filmati di stock, e persino girare dei video col telefonino, se proprio occorre.

Esistono diversi siti che mettono a disposizione gratuitamente filmati di stock, musica per montaggi e fantastici effetti sonori.

A seconda del tipo di licenza a cui il filmato è soggetto, può essere necessario riconoscere i crediti all’autore, o pagare dei diritti per l’utilizzo a fini commerciali. Per maggiori dettagli al riguardo, controllate le indicazioni di Creative Commons sull’attribuzione. Assicuratevi anche di dare uno sguardo più approfondito alle condizioni d’uso riportate da ciascuno dei seguenti siti.

Video Gratuiti

  • Videvo: filmati HD di alta qualità e animazioni del tutto gratuiti.
  • Pexels: foto e video gratuiti da tutto il mondo.
  • Distil: 10 nuovi video di alta qualità per uso commerciale ogni 10 giorni, consegnati direttamente nella vostra casella email.
  • Pixabay: un sacco di suggestivi video, foto e animazioni da poter utilizzare gratis.

Materiali di Pubblico Dominio (non soggetti a copyright)

  • Pond5: ospita diversi filmati storici.
  • Archive.org: filmati di giochi, film, momenti storici, ecc.
  • NASA: video e foto dello spazio.
  • Critical Past: video d’epoca.

Musica e tracce audio gratis

  • Freesound.org: una varietà di suoni da poter utilizzare senza alcun costo.
  • Looperman: voci a cappella, musica e suoni da poter utilizzare attribuendo i crediti all’autore.
  • Converse Sample Library: un sacco di bella musica e ritmi da campionare.
  • YouTube Audio Library: una grande risorsa per trovare musica di qualità ed effetti sonori destinati ai creativi.

Musica di stock e filmati a pagamento

Anche se a pagamento, Audio Jungle e Video Hive sono due risorse popolari dove trovare suoni, musica, effetti video e filmati di stock da usare e campionare. Ogni mese offrono agli abbonati anche musica gratuita, modelli video ed altro ancora.

Strumenti gratuiti utili per creare video

È possibile registrare video direttamente sulla maggior parte delle piattaforme di video hosting come Facebook, Instagram e YouTube. In più, esistono molte app per creare video accattivanti per ogni occasione in pochi step.

Raccomando vivamente di provare i seguenti strumenti, molti dei quali gratuiti. Alcuni di essi includono una raccolta di immagini di stock e di risorse extra.

Quik by Go Pro: create semplici video per presentare i prodotti

Go Pro è nota come azienda produttrice della videocamera che aiuta a catturare suggestivi momenti di azione.

È di questa azienda anche Quik: un’applicazione di video editing che consente di importare e riorganizzare facilmente immagini e filmati, aggiungendovi testo e musica a piacimento.

Seppure ideata per assemblare i ricordi delle vacanze, l’app è anche un valido mezzo per creare video di presentazione dei prodotti. Soprattutto se l’unico materiale di cui disponete sono proprio le foto dei prodotti.

Con quest’app potete realizzare slideshow coinvolgenti o brevi video in pochissimo tempo.

Ho realizzato questo video veloce (in tutti i sensi) in circa 2 minuti per illustrare le funzioni dell’app.

Lumen 5: convertite gli articoli in video

Probabilmente avete visto sui social media dei video consistenti in semplici sequenze di immagini o brevi clip, che spiegano un’idea o raccontano una storia.

Sapevate che possiamo realizzarli facilmente da soli, con uno strumento gratuito chiamato Lumen 5?

Basta importare un articolo esistente e selezionare le parti del testo da includere. Poi, si monta il video in modo che scorra piacevolmente, si sceglie la musica e… il gioco è fatto. Si può anche partire da zero (senza importare un articolo preesistente).

È anche possibile brandizzare questi video e aggiungervi un invito all’azione alla fine, per indirizzare gli spettatori a compiere il passo successivo.

Ecco un video che ho ricavato da un articolo scritto sul processo creativo (ho impiegato circa 10 minuti per crearlo e 15 minuti per il rendering):

Teleprompter Video Creator: niente più frasi da memorizzare

Non so voi, ma io ho una memoria terribile. Ecco cosa rende così preziosa quest’app di BigVu chiamata Teleprompter:

  • fondamentalmente, combina in sé un gobbo elettronico ed una videocamera
  • non dovete far altro che fare il “copia incolla”, inserendo il vostro copione
  • l’app vi permetterà di leggerlo mentre registrate, facendo apparire naturale il vostro video.

Grazie a questa risorsa, non sarà necessaria una grande preparazione prima di girare.

Da sempre volete creare un vlog o trasmettere in streaming, ma temete di confondervi con le parole? Bene, allora Teleprompter fa proprio al caso vostro.

how to make videos

Giphy: trasformate i video in GIF

I GIF sono costituiti (normalmente) solo da immagini in movimento, senza suoni. E con Giphy potete sia convertire i vostri video in GIF, sia inserire modifiche / didascalie su GIF esistenti.

Giphy è anche un luogo ideale per trovare elementi di cinemagrafia, ovvero, quelle foto con un unico elemento isolato in movimento.

La vostra strategia di social media marketing dovrebbe avvalersi dei GIF, che, ripetendosi all’infinito, possono essere usati per creare dei coinvolgenti meme.

Resolve: software gratuito per editare i video su desktop

Potete sempre utilizzare iMovie o Windows Movie Maker per l’editing, ma ecco un altro strumento da non sottovalutare. Si tratta di Da Vinci Resolve di Black Magic, un software gratuito di video editing che fornisce funzionalità per:

  • correzione colore,
  • rimozione di oggetti,
  • assemblaggio di filmati

e altro ancora.

Occorrerà del tempo per imparare, se non avete esperienza di video editing. Ma si tratta di una delle migliori soluzioni gratuite disponibili per elaborare i video in modo che appaiano professionali.

how to edit videos

Power Director: un affidabile video editor per il vostro telefono

Volete fare le riprese ed editare i video, tutto dal vostro telefono? Power Director è un’app che offre una miriade di funzioni.

Il vantaggio di un video editor mobile come questo è che potete registrare nuovi filmati e file audio dal telefono e importarli direttamente nel flusso di lavoro, semplificando questioni come il doppiaggio.

Quest’app è per Android. Ma gli utenti di iPhone, in alternativa, possono ricorrere direttamente all’app iMovie appSplice by Go Pro.

 

Suggerimenti per creare video coinvolgenti

Gli strumenti descritti rendono più semplice creare video. Ma poi dovrebbe aprirsi un intero capitolo su come usare efficacemente questi video nel marketing.

Per dirne una, i video che provocano una reazione emotiva tendono ad ottenere prestazioni migliori e ad avere più potenziale virale, specialmente su Facebook. Poiché i video sui social sono spesso guardati con l’audio disattivato, le didascalie risultano estremamente utili per aumentare le visualizzazioni.

Anche le anteprime giocano un ruolo essenziale. Costituendo la presentazione iniziale del video, devono attrarre gli spettatori. Usate Canva per creare facilmente anteprime ad alto impatto per i vostri video. Troverete utile questa soluzione, soprattutto se usate YouTube o altre piattaforme che mettono i vostri video in competizione con altri.

Il processo non si esaurisce nel creare video, ma bisogna anche verificare come caricarli. A tal proposito, dovreste controllare attentamente le indicazioni di ogni canale, che ho linkato qui sotto:

Se avete intenzione di incorporare i video nel vostro sito o blog, assicuratevi che siano responsive sui dispositivi mobili. Se avete difficoltà, potete utilizzare lo strumento Embed Responsively che corregge per voi il codice per incorporare il video.

Video “fai da te”

Nel creare video o altri contenuti, l’area dove si compete è inevitabilmente quella della qualità. Ma questo non significa dover necessariamente spendere grosse cifre.

Imprenditori e creativi possono sempre supplire con l’ingegno alla mancanza di risorse.

Quindi, se ritenete che i video possano aiutarvi nel marketing, non desistete per via dei costi o degli sforzi presunti. Con le risorse che vi ho indicato, potete creare video gratuitamente. Il che è senz’altro un ottimo punto da cui partire!

 

 


Note sull’Autore

Giulia Greco è caporedattrice e responsabile dei contenuti di marketing per Shopify in Italiano. Traduttrice ed esperta di localizzazione, vive a Toronto da 15 anni e da 15 anni non beve un caffè espresso degno di questo nome.
Articolo originale di Braveen Kumar, tradotto da Maria Teresa Cantafora.

 


 

Avete un’idea per un ecommerce?

Iniziate la vostra prova gratuita di 14 giorni su Shopify oggi stesso—non c’è neanche bisogno della carta di credito!

 

Pubblicato il

Cosa vendere online? 8 strategie per scegliere su cosa puntare

Cosa vendere online? 8 strategie per scegliere su cosa puntare

Per un nuovo imprenditore, il momento in cui si decide di lanciare un business online è senza dubbio esaltante, ma allo stesso tempo ci si può sentire intimiditi all’idea di venturarsi nel mondo dell’e-commerce. Una delle prime sfide per aspiranti imprenditori online è decidere quali prodotti vendere. Meglio un prodotto singolo o più prodotti? Meglio puntare su un mercato ampio o su una nicchia di mercato?

 

Trovare una buona idea e un buon prodotto può risultare difficile: la sensazione è che tutto sia stato già fatto o proposto da qualcun altro. Senza contare, ovviamente, che la competizione online è sempre più spietata. Ogni utente può connettersi con pochi clic a siti popolarissimi come Amazon ed Ebay, siti molto difficili da superare nei ranking dei motori di ricerca.

Tuttavia, ci sono ancora parecchie occasioni d’oro che aspettano di essere sfruttate. Lo dimostra il fatto che prodotti di successo continuano a nascere e ad essere lanciati sul mercato. Quindi: come puoi iniziare a vendere online anche tu? Abbiamo individuato otto strategie e opportunità per aiutarti a trovare il prodotto più vincente, vale a dire il prodotto a cui dedicare le tue ambizioni di imprenditore digitale.

Tipi di prodotto e opportunità di nicchia

Per iniziare, ecco una lista di otto metodi e opportunità per identificare un prodotto con cui conquistare il mercato. Ogni sistema si basa su un approccio strategico differente.

 

  1. Trova opportunità utilizzando le parole chiave (keywords)
  2. Crea un brand interessante e accattivante
  3. Individua un problema concreto dei clienti
  4. Individua le passioni dei clienti
  5. Insegui la tua passione
  6. Colma un gap
  7. Sfrutta la tua esperienza
  8. Capitalizza sui trend emergenti

Diamo un’occhiata più in profondità a ciascun punto.

1. Trova opportunità utilizzando le parole chiave

Non è più un segreto che il traffico organico sia un enorme canale di marketing. Trovare opportunità con le keyword significa individuare strategicamente un prodotto o una nicchia grazie alle chiavi di ricerca e ai volumi delle ricerche online. Si tratta di un approccio tecnico, che implica una conoscenza approfondita della SEO e permette di catturare il potenziale generato dal traffico di Google. La strategia può rivelarsi particolarmente vincente nel caso ci si dedichi alla vendita di prodotti con il modello drop ship, anche perché il margine di guadagno sul dropshipping è spesso ridotto e non permette di investire su canali pubblicitari a pagamento.

Un Esempio: Quando Andrew Youderianaveva deciso di entrare nel mondo dell’e-commerce con l’obiettivo di guadagnare e allo stesso tempo mantenere una certa flessibilità lavorativa; di conseguenza la fattibilità del suo business era più importante che il suo interesse personale nel prodotto da vendere. Andrew ha scelto un approccio tecnico nella scelta di una nicchia che poteva offrirgli un’alta probabilità di successo, basando la sua selezione per il segmento di mercato su un’attenta ricerca delle parole chiave. In questo modo si è posizionato in cima ai ranking nel campo dell’equipaggiamento da pesca e in quello delle radio per radioamatori, e lo ha fatto sfruttando le parole chiave nei motori di ricerca.

Nell’immagine qui sopra possiamo vedere come Andrew sia riuscito a posizionarsi al terzo posto su Google per la keyword di ricerca “Vehicle CB Radios”.

2. Crea un brand interessante e accattivante

L’approccio tramite il brand è molto differente da quello basato sulla SEO. In questo caso, infatti, è necessaria un’approfondita conoscenza dei propri clienti, per i quali bisogna riuscire a creare un brand riconoscibile che resti sempre impresso nella loro mente. Puntare sul brand può rivelarsi la soluzione migliore nel caso di mercati molto competitivi e saturi.

Esempio:dbrandproduce skin e rivestimenti particolarmente precisi per smartphone, laptop e console per videogame. In poco più di un anno, i responsabili sono stati capaci di creare un brand con 64.000 fan su Facebook, grazie a una comunicazione con i clienti sempre originale e speciale. Utilizzando le potenzialità dei meme, di reddit e dell’umorismo, dbrand è diventata velocemente un’azienda leader nel mercato.
Per esempio, date un’occhiata a questa interazione con uno dei loro clienti:

@dbrandSkins@sonyxperia sono molto interessato al Purple Z1, ma mi piace anche lo Skin mogano. Mi chiedo se i due colori non si scontrerebbero troppo…

@Fluxman@sonyxperia Viola e mogano stanno insieme alla grande, secondo me o secondo questo tavolo da biliardo

Una parte importante nella creazione di un brand di successo è la scelta di un prodotto o di un business che si possano posizionare in una maniera nuova o comunque unica.

Un esempio di un retailer che ha lavorato ottimamente in questo senso è DODOcase, un produttore di custodie per iPad. Questa società, ubicata a San Francisco, opera in un settore estremamente competitivo, ma la sua particolarità è che le custodie vengono create utilizzando tecniche artigianali tipiche dell’arte della rilegatura dei libri. In questo modo, il prodotto diventa assolutamente originale e unico.

3. Individua un problema concreto dei tuoi clienti

Risolvere un problema concreto per i potenziali clienti è sempre stato un metodo geniale per vendere un prodotto. In fondo l’aspirina non esisterebbe se alla gente non venisse il mal di testa o la febbre. Un problema dei clienti non significa sempre e solo un dolore o un fastidio fisico, può significare anche un’esperienza sgradevole o semplicemente frustrante.

Un esempio: Jing ha compreso il danno dovuto al digrignare i denti. Non si tratta solo di un problema fisico, ma anche finanziario, dato che va risolto tramite interventi dentistici spesso molto cari. Sapendo di trovarsi di fronte a un problema diffuso, Jing ha creato Pro Teeth GuardI cosiddetti bite sono il primo rimedio contro il bruxismo notturno, e Pro Teeth Guard produce bite dalla forma personalizzata.

Active Hound è un altro ottimo esempio di soluzione di un problema diffuso e comune. Dopo aver chiacchierato con altri proprietari di cani al parco, i fondatori dell’azienda hanno trovato che una delle lamentele più ricorrenti è che i giochi per cani sono troppo cari e durano poco. Active Hound ha così creato una linea di giocattoli ultra-duraturi, che non si rovinano o rompono dopo un paio di utilizzi.

Ecco che prendersi il tempo di pensare a quali possano essere i problemi più comuni e diffusi nella nostra quotidianità, può diventare un metodo ottimale per ideare un prodotto risolutivo e davvero vincente.

4. Individua le passioni dei clienti

Altrettanto buona, se non ancora migliore, è l’idea di dedicarsi a quelle che sono le passioni dei potenziali clienti. Quando i clienti sono appassionati di qualcosa, sono anche disposti a spendere più soldi. I giocatori di golf sono noti per spendere migliaia di euro per migliorare anche solo di poco le loro capacità.

Un cliente appassionato è generalmente più coinvolto nel settore che ama ed è spesso più fedele a un brand.

Un esempio è costituito da Black Milk Clothingsocietà nata nel 2009, seguendo l’enorme crescita della community formatasi attorno al blog ‘TooManyTights’. Dopo aver notato la passione e l’interesse che esiste per i legging, il proprietario del blog ha fondato Black Milk Clothing, divenuto oggi una realtà multimilionaria con più di 150 dipendenti e una presenza globale. L’azienda ha fatto un lavoro molto intelligente, cavalcando diversi aspetti e tendenze della cultura pop, in modo da attrarre clienti da diverse aree d’interesse.

5. Insegui la tua passione

C’è chi pensa che scegliere una nicchia basandosi sulle proprie passioni sia la ricetta per un disastro imprenditoriale, ma non è sempre così, diversi casi dimostrano proprio il contrario. Creare un e-commerce è un lavoro impegnativo e ci sono sempre momenti molto difficili; la passione è ciò che ti permette di tenere duro e andare avanti in quei momenti. Per alcuni, creare una propria attività imprenditoriale può essere abbastanza, ma per altri è necessario essere degli amanti del settore in cui si opera se vogliono avere successo. Mantenere la motivazione nel tempo è un aspetto fondamentale per superare i momenti difficili in qualsiasi attività. Del resto, il detto parla chiaro: fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita.

Eric Bandholz aveva creato il blog BeardBrand per discutere di strategie di business e di vendita. Piano piano, la sua passione per tutto quanto riguardi barba e barbe si è inserita nel blog, fino a far diventare questa sua passione l’occasione per creare un e-commerce separato e di successo, che vende prodotti selezionati per la cura della barba.

Moorea Sealè un altro esempio di una passione trasformata in un business online di successo. Moorea, un’artista di Seattle, si era messa in proprio per seguire diversi progetti creativi: blogging, un negozio personale di gioielli, illustratrice e graphic designer freelance. Nel 2012, Moorea si è presa una pausa dal design per dedicarsi completamente alla propria passione. Nel 2013 ha aperto un negozio su Shopify. Il negozio Seal Moorea è una selezione curata di accessori e oggetti affascinanti, principalmente creati a mano da artisti residenti negli USA. Ciascun designer è stato scelto con cura da Moorea, e il 7% di tutti i guadagni vengono devoluti a progetti non-profit che le stanno a cuore. Il negozio ha avuto un enorme successo in meno di un anno ed è stato citato e presentato su diversi blog e pubblicazioni, tra cui The Huffington Post, Design Sponge e Babble.

6. Colma un gap

Colmare un gap significa guardare a un particolare prodotto, nicchia o mercato, e identificare un problema o una mancanza che possano essere capitalizzati. Cosa puoi fare diversamente e meglio di quello che viene fatto al momento? Colmare un gap può significare creare una nuova funzione di un prodotto, sviluppare un mercato non ancora utilizzato dai competitor o, anche, da un’azienda che già possiedi tu stesso.

Chaim Pikarskiè un perfetto esempio di qualcuno che ha trovato e colmato un gap con il suo business. Chaim ha iniziato a leggere senza sosta i commenti dei clienti in merito ai prodotti su Amazon, individuando mancanze e problematiche di molti prodotti. Poi, usando tutte queste informazioni, ha dato in outsourcing a un’azienda cinese la produzione di prodotti migliori che superassero gli specifici difetti. Chaim ha applicato questo sistema migliaia di volte, con enorme successo.

Hipo shower radio è uno dei prodotti fatti creare da Chaim:

7. Sfrutta la tua esperienza

Hai lavorato in uno specifico settore al punto tale da diventarne un vero esperto? Forse hai dei talenti e un’esperienza che fanno di te un vero e proprio guru in un campo specifico. Trasformare la tua esperienza in un business online è un modo perfetto di entrare nel mercato con un vantaggio difficile da replicare per i tuoi concorrenti.

Jonathan Snook è un esperto in web design e web development. Ha usato i suoi anni di esperienza per scrivere un libro auto-pubblicato sul web development e sul CSS: ‘SMACSS, Scalable and Modular Architecture for CSS’.

Jillian Michaeldel programma televisivo The Biggest Loser ha utilizzato lo stesso approccio e ha sfruttato la propria esperienza nel mondo del fitness per sviluppare e vendere una linea di prodotti, inclusi DVD, libri e attrezzature da fitness.

8. Capitalizza sui trend emergenti

Sfruttare per primo un trend può rappresentare la chiave del successo per un nuovo business, perché ti permette di posizionarti subito nella mente dei clienti, facendoti subito emergere come leader nel settore. Dedicarsi per primo a un trend può essere anche un’ottima opportunità dal punto di vista dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, perché ti permette di raggiungere velocemente le prime posizioni dei ranking di Google.

Flockstocks ha individuato molto precocemente il trend delle hair extensions a piuma. Prima di spendere soldi per acquistare merce d’inventario, la fondatrice Sophie Kovic ha testato il mercato creando velocemente un sito di prova. I risultati? 11 vendite in 4 ore. Capendo il potenziale che aveva di fronte, Kovic ha sviluppato il proprio sito e ordinato un intero inventario, fino a vincere la 2012 Shopify Build A Business competition nella categoria Moda & Gioielleria.

E tu? Quali nuove opportunità vedi?

Tieni presente che di fronte a una competizione accesa nelle categorie di prodotto più comuni o popolari, scegliere il target adatto può rivelarsi cruciale per il successo del tuo e-commerce. Non avere paura di investire su nicchie piccole o meno conosciute. Se è vero che una nicchia offre un numero più basso di potenziali clienti rispetto a una categoria più ampia, è altrettanto vero che gode di un target di clienti più preciso e definito e di molta meno competizione in assoluto. Meno competizione significa posizionarsi più facilmente in cima ai ranking di Google, rendendo più semplice la promozione e la pubblicità. La nicchia e i prodotti che sceglierai determineranno l’aspetto del tuo business, delle tue attività e le difficoltà che incontrerai. Vendere prodotti alimentari è molto diverso dal vendere prodotti come le custodie per gli smartphone. Ogni nicchia è una sfida a parte.

Grazie alle strategie qui delineate sei ora in grado di iniziare a pensare al tuo business e al prodotto o nicchia perfetti per la tua prima impresa nel mondo dell’e-commerce.

Per maggiori approfondimenti sul mondo dell’ e-commerce visita la pagina dedicata di Digital Start-Up da qui 

Prova gratis 14 giorni la piattaforma di E-commerce numero al mondo Shopify